Artist's Statement

L’arte di Manuela Greco è la testimonianza di come nella sterminata, quasi ossessiva necessità dei contemporanei di dare sfogo alle pulsioni espressive, ci sia la possibilità di produrre qualcosa di interessante e, soprattutto, di riconoscibile. È agevole intuire una conoscenza della pittura figurativa classica della migliore tradizione italiana che, a partire dalla prospettiva di stampo rinascimentale, passa attraverso le sperimentazioni novecentesche tipiche delle Avanguardie.
Il mirabile uso di un cromatismo di colori neutri rende giustizia alla voluta ricerca di una pittura dell’anima, una pittura che prima di essere una trasposizione di materia è una espressione dell’Essere dell’artista sia che essa prenda forma in figura che in una campitura di puro colore. Definirei quella di Manuela un’arte che si immerge nella profondità dell’Io, un tentativo ben riuscito di dare forma all’ineffabile, di catturare un sentimento, un moto dell’animo riprodotto in uno sguardo o in un corpo incompiuto. Una pittura meditata ma veloce, fresca, con una pennellata decisa, che ferma l’opera in bilico tra il detto ed il non detto, lasciando all’osservatore margine per poter giocare con la fantasia tra i chiaroscuri delle sue campiture.
Quadri che vivono della intensità della pittura che li rende vivi ma simili a scatti fotografici che fermano l’attimo decisivo, quel momento in cui la vita resta sospesa tra ciò che accade e ciò che mai sarà.

 

                                                     Gennaro Petrecca

 

Manuela Greco's art is the testimony of how in the endless, almost obsessive need of contemporaries to give vent to expressive impulses. There is the possibility of producing something interesting and, above all, recognisable. It is easy to understand a knowledge of classical figurative painting of the best Italian tradition which, starting from the perspective of the Renaissance mold, passes through the twentieth-century experiments typical of the Avant-garde. The admirable use of a chromatism of neutral colors does justice to the deliberate search for a painting of the soul, a painting that before being transposition of the matter is an expression of the being of the artist whether it takes shape in figure or in a crosshatch of pure color. I would define that of Manuela as art that plunges into the depth of the ego, a successful attempt to give shape to the ineffable, to capture a feeling, a movement of the soul reproduced in an unfinished gaze or body. A thoughtful but fast, fresh painting, with a firm brushstroke, which stops the work hovering between the said and the unsaid, leaving the viewer margin to be able to play with the fantasy among the chiaroscuro of its backgrounds. Paintings that live from the intensity of the painting that makes them alive but similar to photographic shots that stop the decisive moment, that moment in which life remains suspended between what happens and what will never be.

 

                                                     Gennaro Petrecca

© Manuela Greco 2020.

All Rights Reserved.